Centro di Finanza Matematica

Nel 1991 l’Associazione Amici della Scuola Normale Superiore, ha avviato un progetto culturale nell’area della “finanza matematica ed economia finanziaria”.

Il progetto si inquadra nell’obiettivo generale dell’Associazione di “formulare proposte per lo studio di progetti scientifico-didattici da attuare nella Scuola, di rilevante interesse nazionale” ed ha l’obiettivo specifico di trasferire risultati di ricerche tecniche e scientifiche in iniziative interessanti per il mondo dell’impresa.

In particolare, il progetto è stato definito:

– per rispondere alle indicazioni degli Organismi di controllo sulle attività e sui mercati finanziari, che auspicavano il cimento della cultura matematica in ambiti tradizionalmente considerati propri della cultura giuridica e delle tecniche contabili

– per diffondere tra le imprese una ” cultura della gestione dei rischi finanziari” basata sugli strumenti della matematica, del calcolo delle probabilità, dell’ottimizzazione e sulla logica dell’economia finanziaria

– per rendere disponibile alle imprese e all’università uno schema didattico svolto simultaneamente a due livelli – sui problemi dell’impresa, con rigore scientifico – e integrato con programmi di ricerca attivi.

Il primo esito del progetto è stato il Corso di formazione post – lauream su “Il controllo di rischio di tasso di interesse”, tenuto presso la Scuola Normale Superiore, con la collaborazione, per la parte informatica, del Centro di Calcolo della Scuola e del CNUCE.

Nel 1992 è stato istituito il Centro di Finanza Matematica “per dare continuità al rapporto formativo avviato con il Corso svolto, sia con corsi che con eventuali iniziative editoriali ad essi collegate”
(delibera dell’Assemblea Generale dell’Associazione del 18 dicembre 1991).

Il Responsabile del Centro era allora il Prof. Massimo De Felice (ordinario di Modelli Matematici per i Mercati finanziari, Università di Roma – La Sapienza) mentre Responsabile del coordinamento era il Prof. Carlo Mottura (allora straordinario di Matematica Finanziaria, Università degli Studi di Roma Tre).